MEDJUGORJE GIUGNO 2020 – AOSTA CHIVASSO – VOLPIANO – TORINO

MEDJUGORJE – GIUGNO 2020

Dalla Domenica 31 Maggio

al Venerdì 5 Giugno

MEDJUGORJE

    I° col. Pranzo Cena Notte
Domenica

31/05

NO

NO

NO

NO

Lunedì

1/06

NO

SI

SI

SI

Martedì

2/06

SI

SI

SI

SI

Mercoledì

3/06

SI

SI

SI

SI

Giovedì

4/06

SI

SI

SI

SI

Venerdì 5/06 SI NO

NO

NO
 TOTALE  SERVIZIO

4

4

4

4

Servizi di pensione completa a Medjugorje.

Domenica 31 Giugno – Partenza da:

Aosta ore 16.00 

Volpiano ore 17,30 

Torino ore 18.00 parcheggio Stura 

Chivasso Centro ore 18,30 pensilina parcheggio autostrada

Castelrosso ore 19.00 fronte Chiesa 

-a seguire, possibile salita sino al confine di stato, in autostrada, via Milano -Trieste.

Lunedì 1/06 – Martedì 2/06 – Mercoledì 3/06

Trattamento di pensione completa con acqua minerale e vino ai pasti – Il programma si svolge in base agli eventi ed orari organizzati dalla Parrocchia. Appuntamenti ed orari saranno comunicati dai responsabili durante i pasti – Prevista la salita ai monti Podbordo e Krisevac e la partecipazione all’apparizione alla veggente Miriana – previste escursioni e visite a comunità.

Venerdì 5 Giugno

Ore 4,30 carico bagagli e prima colazione – ore 5,00 partenza per il rientro – provvedere la sera del Giovedì per il pranzo a sacco del viaggio di ritorno – Prima della partenza, possibilità di prenotare e pranzare in ristorante al costo di € 16,00.                       – Arrivo in serata ai luoghi di partenza.

Accompagna Spiritualmente:

DON Giampiero VALERIO

Sacerdote in CHIVASSO  CASTELROSSO

QUOTE DI PARTECIPAZIONE:

Più persone saremo, meno costa:

partenza assicurata con:

minimo 30 persone –  € 290.00

minimo 40 persone –  € 250.00

(alla prenotazione € 100,00 – saldo entro e non oltre il 15 Giugno  2020)

bambini sino a 2 anni € 0.00 – dai 3 ai 10 anni 200,00

Camera singola € 80.00

Si è pregati di porre attenzione:

– non dimenticare i farmaci abituali – 

– la carta di identità (controllare la validità e che sia senza timbro di rinnovo) o il passaporto. Per i minori, carta bianca o passaporto individuale con autorizzazione dei genitori per l’espatrio

 – Munirsi, tutti, del modello E 111 rilasciato dalla ASL di appartenenza per eventuale assistenza medica all’estero

 – un paio di scarponcini adatti al terreno di montagna

 – una piccola torcia

 – auricolari per il telefonino o una radiolina FM sempre con auricolari                                                                                       

– conveniente una mantellina anti pioggia. 

Mantellina e radiolina sono reperibili anche sul posto a modici costi.

I  COSTI,

IL  NOSTRO  SERVIZIO,

LA  NOSTRA  TRASPARENZA:

bus con 2 autisti € 4200.00

4 gratuità alberghiera (2 autisti – guida – Sacerdote) € 800.00

Hotel – € 30,00 x 4 pensioni complete € 120.00

tassa  registrazione GRUPPO al Santuario x trad. radio 2.00

La struttura alberghiera che ci ospita a Medjugorje è:

HOTEL****  VILLA  SANTA  MARIA

Dr. Franje Tuđmana, Međugorje 88266, Bosnia ed Erzegovina  –  Telefono: +387 36 650-723

L’ACQUA ED I  CAFFE’ ACQUISTATI DALL’ASSOCIAZIONE (acqua € 0.15 X lt 0.500, caffè € 0.30  TE’ € 0.35) SARANNO SERVITI DURANTE IL VIAGGIO AL  COSTO DI € 0.50 AL PEZZO. LA SOMMA RICAVATA PER DIFFERENZA SULLA VENDITA ED IL MATERIALE RIMANENTE, SARA’ IL  PICCOLO RICONOSCIMENTO PER GLI AUTISTI, COME RINGRAZIAMENTO PER LA LORO SICURA COLLABORAZIONE E DISPONIBILITA’.  TUTTO CIO’ NON TOGLIE CHE  OGNI PELLEGRINO POTRA’ COMPORTRASI A SUO PIACIMENTO NEI CONFRONTI DI TUTTI E DI TUTTE LE PERSONE CHE OPERANO PER FAR SI’ CHE IL  NOSTRO SOGGIORNO SIA IL PIU’ CONFORTEVOLE POSSIBILE.                                    

– QUESTO ONDE EVITARE IL CONSOLIDATO, MA POCO SIMPATICO, RITO DELLA RACCOLTA PER LE MANCE DURANTE I VIAGGI.

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI

ufficio parrocchiale Castelrosso

(Martedì Mercoledì Giovedì)

ufficio 0119113922 – Al DON 3487542426

“Associazione GRUPPO ALBA”

RESPONSABILE  PELLEGRINAGGIO

Sig. Lucio ALBANI  – tel.  0119881391 – 3402710011

RESPONSABILE  VALLE  D’AOSTA

          Sig.na Alessia ALBANI – Tel. 3490923656

RESPONSABILI  CHIVASSO E ZONE LIMITROFE

          Sig.ra Maria BRUZZESI – Tel. 3498821302

RESPONSABILE  VENARIA REALE

          Sig. Francesco PIGNATELLI – tel. 3396544732

ll presente programma può essere soggetto a modifiche a causa del largo anticipo sui tempi. Sopravvenienze attive derivate dal Pellegrinaggio, saranno comunicate durante lo stesso pellegrinaggio e messe a disposizione dell’Associazione GRUPPO ALBA  per gli scopi statutari della stessa.

Si consiglia di visionare attentamente

la pagina seguente delle regole

e consigli utili per affrontare

al meglio il pellegrinaggio


CONSIGLI  E  REGOLE  UTILI

FINALITA’ DEL PELLEGRINAGGIO

Con l’iscrizione al pellegrinaggio si compie una  scelta precisa voluta e desiderata, quindi ci si deve ricordare che non si partecipa ad un viaggio turistico. Durante il Pellegrinaggio le funzioni ufficiali tipiche del Santuario visitato,  saranno effettuate ufficialmente come gruppo associativo ma  non c’è nessun obbligo di partecipazione, basta solo avvisare il responsabile di non essere disponibile a tale  partecipazione. Comunque tutti sono tenuti a rispettare le finalità religiose del Pellegrinaggio ed assumere quindi  comportamenti educati e cortesi nei confronti di  tutti i partecipanti.

PRENOTAZIONI

L’accettazione delle prenotazioni da parte dell’associazione è subordinata alla disponibilità dei posti. La prenotazione si intende perfezionata solo al momento della consegna del modulo di iscrizione debitamente compilato e firmato, della fotocopia cartacea dei documenti personali (carta di identità o passaporto e codice fiscale) e del versamento dell’acconto previsto. La partenza è garantita al raggiungimento di almeno 30 partecipanti paganti.

Alla prenotazione del pellegrinaggio avvisare anche di eventuali problemi di allergie od intolleranze alimentari (tipo la celiachia, favismo etc.). Il tutto può essere fatto anche online.

In albergo, la sistemazione in singola verrà assegnata (se disponibile),  solamente,in caso di accertata necessità. Gli abbinamenti in camera saranno effettuati secondo la richiesta dei partecipanti. Nel caso di una iscrizione individuale, l’associazione “GRUPPO ALBA”, s’impegna, se possibile, ad effettuare l’abbinamento con altre persone iscritte dello stesso sesso.

ASSICURAZIONE

L’assicurazione contro infortuni durante il pellegrinaggio, è compresa nel costo. Essa copre solo gli eventuali infortuni e l’eventuale recupero di salma in caso di decesso. Ciò non toglie  che, prima della partenza, sia possibile stipulare privatamente polizze per integrare i massimali o per usufruire di maggiori coperture. L’Associazione, comunque,  declina ogni responsabilità in caso di incidente od infortunio  a pellegrini privi di assicurazione individuale. L’Associazione declina ogni responsabilità per danni causati dai pellegrini a persone o cose durante lo svolgimento del pellegrinaggio dall’inizio alla fine del pellegrinaggio stesso.

Il pellegrino dovrà attenersi alla osservanza delle regole di normale prudenza e diligenza ed  a tutte le informazioni fornite dall’Associazione o dall’accompagnatore presente. I viaggiatori saranno ritenuti responsabili di tutti i danni che l’associazione  dovesse  subire a causa della loro inadempienza.

ELEMENTI DI “CAUSE DI FORZA MAGGIORE E TECNICHE”.

Scioperi, avvenimenti bellici, disordini civili e militari, sommosse, saccheggi, atti di terrorismo e vandalismo, calamità naturali, condizioni atmosferiche avverse, e tutto ciò che possa essere causa di variazione o di modifiche anche sostanziali al programma  originario di viaggio, costituiscono elementi di “causa di forza maggiore”. Elementi  per cui l’Associazione, non è tenuta a rimborsare le eventuali spese supplementari sostenute dal partecipante al viaggio, né eventuali prestazioni che per tali cause venissero meno e non  fossero recuperabili. Così pari trattamento  avranno eventuali problemi tecnici, o simili, relativi al mezzo di trasporto, in quanto ne risponde direttamente la ditta  vettrice.

NEL PULMAN 

I posti  verranno assegnati al momento dell’iscrizione. Le richieste di posti, per particolari esigenze dovranno essere fatte al momento della prenotazione. Per questioni di sicurezza e per legge, non è più possibile cambiarsi di posto e portare borsoni o zainetti, questi devono essere obbligatoriamente riposti nel bagagliaio (ma potranno essere presi ad ogni sosta),  sul pullman si possono portare piccole borse che possano entrare nel   porta oggetti sopra il sedile.

Preparare abbigliamento adeguato per il viaggio, sul bus è  necessario l’uso di aria condizionata (22  gradi).

Sempre sul Bus, si rende necessario durante il viaggio il supporto audio video. Il volume potrebbe infastidire qualche pellegrino per problemi personali o più semplicemente perché ha voglia di  riposare. Si prega, nel massimo rispetto di tutti, munirsi di tappini, auricolari o cuffiette che possono all’occorrenza attutire il volume.

Per la tappa notturna di andata e ritorno, onde evitare di scaricare e ricaricare tutti i bagagli, sarebbe opportuno   munirsi di un piccolo borsone che possa contenere il minimo indispensabile per la sosta.

Ai passaggi doganali delle frontiere, eventualmente il controllo salga nel bus, si è pregati  di tenere il documento di identità aperto e visibile. Non fare nessun commento o apprezzamento perché ciò potrebbe essere causa di ulteriori controlli e di conseguenza ulteriore perdita di tempo. Ciò è dovuto al fatto che il controllore addetto possa non essere cattolico e perché tutti loro capiscono benissimo la nostra lingua.

Eventuali richieste di fermate aggiuntive per salita e discesa devono essere segnalate e concordate al momento dell’iscrizione.

Si possono concordare eventuali punti diversi di carico per gruppi di almeno 10 partecipanti.

Da Torino per itinerari in direzione Milano è prevista la possibilità di salita  presso il parcheggio Stura nei pressi del centro commerciale  Auchan (corso Giulio Cesare ang. corso Vercelli), presso le aree dei caselli autostradali predisposte a tale scopo e, dopo Milano, a tutti gli autogrill sino al confine di Stato con la Slovenia.

Per itinerari in direzione Asti/Piacenza è prevista la possibilità di salita  presso il parcheggio Stura nei pressi del centro commerciale  Auchan (corso Giulio Cesare ang. corso Vercelli),  possibilità di salita al SITO in tangenziale SUD ed al parcheggio esterno del casello di ASTI EST ed in prossimità degli autogrill  autostradali sino al confine con la Slovenia.

LA QUOTA COMPRENDE:

Quota di iscrizione all’associazione di  € 20.00. Guida italiana – Assicurazione  – Pullman GT – Pensione completa dal PRANZO DEL LUNEDI’ 1/06 , alla PRIMA COLAZIONE DEL VENERDI’ 5 GIUGNO (bevande comprese – Acqua naturale/minerale, vino bianco/rosso), sistemazione a Medjugorje presso Hotel**** “Villa Santa MARIA”  situato nelle vicinanze della di Medjugorje in camere doppie, triple o quadruple.

LA QUOTA NON COMPRENDE:

Gli extra a carattere personale – cena e prima colazione in autogrill del giorno di partenza e pranzo e cena del giorno di rientro – Eventuali spostamenti in taxi, navette etc. a Medjugorje – Tutto quanto non espressamente indicato nella voce “la quota comprende” – Per quanto non espressamente descritto, informarsi dai responsabili.

PENALI:

La penale sarà pari al 100% della quota di partecipazione nei confronti di chi per qualsiasi ragione (anche per forza maggiore) rinunciasse al pellegrinaggio e non si presentasse il giorno della partenza, o interrompesse il pellegrinaggio già iniziato, o non possa iniziarlo o proseguirlo per mancanza, inesattezza o incompletezza dei previsti documenti per l’espatrio. Anche in caso di disdetta prima della partenza, le somme versate saranno interamente rimborsate se l’associazione “GRUPPO ALBA” potrà provvedere alla sostituzione con eventuali altri nominativi in lista di attesa.

Si raccomanda la puntualità. Chi giungesse in ritardo e non potesse partire, non avrà diritto a nessun rimborso.

Gli orari potrebbero subire variazioni in base alle esigenze del momento e  potrebbero subire variazioni che non sono dovuti alla nostra volontà. Eventuali saranno comunicati immediatamente.

DOCUMENTI PERSONALI:

Si riassumono qui di seguito le informazioni relative ai documenti di viaggio emessi dalle  Autorità   italiane ai fini dell’espatrio e riconosciuti validi presso le autorità di frontiera della Slovenia, Croazia e Bosnia-Erzegovina per l’ingresso nel paese.

Tali informazioni sono riportate sul sito Web: www.ambsarajevo.esteri,it e si possono ottenere chiarimenti scrivendo all’indirizzo e-mail:consolare.ambsarajevo@esteri.it, oppure telefonando ai numeri:

Ambasciata Bosniaca – 0636307650 – 0663607300

I documenti validi sono i seguenti:

passaporto ordinario (con marca da bollo valida), rilasciato dalle Questure dai 0 anni in su; i minori di 15 anni     possono essere iscritti sul passaporto dei genitori ma deve essere apposta la foto sul documento che è ritenuto valido fino alla scadenza;

passaporto collettivo, rilasciato dalle Questure dai zero anni in su, per i gruppi di minimo 5 persone;

carta di identità elettronica o cartacea valida per l’espatrio, (emessa dal 14 maggio 2011) rilasciata dai Comuni da zero anni in su;

Per i minori di anni 18, qualora non posseggano un documento (passaporto o carta d’identità) che indichi i nomi dei genitori o viaggino con uno solo dei genitori o da soli devono avere, oltre al documento di identificazione, una  dichiarazione di assenso del/i genitore/i o di chi ne fa le veci (parenti o accompagnatori) che ne attesti l’affidamento nonché una copia del certificato di nascita per evincere i nomi dei genitori.

I cittadini stranieri sono tenuti a richiedere informazioni presso l’ambasciata della Croazia e Bosnia Erzegovina di     Torino, Milano o Roma, sulla necessità del “visto d’ingresso”, per le destinazioni in programma, e dell’eventuale  permesso per il rientro in Italia.

N.B. Se per problemi personali alla frontiera venisse negato l’accesso nel paese ad un pellegrino, lo stesso dovrà farsi carico della sospensione del suo pellegrinaggio e provvedere al rientro in patria con mezzi propri, o in alternativa    attendere il  ritorno del pellegrinaggio a sue spese, per poter rientrare in patria senza nulla chiedere alla associazione.

Oltre al documento personale, portare il TESSERINO SANITARIO e richiedere alla ASL di appartenenza il rilascio del modello E 111 per eventuale assistenza all’estero.

A  CAUSA  DEI  NUMEROSI FURTI  REGISTRATI  AI  PELLEGRINI  NEL  PAESE, ED IN PARTICOLARE A MEDJUGORJE, SI CONSIGLIA DI PRESTARE  LA MASSIMA ATTENZIONE ALLA CUSTODIA DEGLI  EFFETTI  PERSONALI  DURANTE TUTTO IL PELLEGRINAGGIO E DI MUNIRSI DI UNA COPIA DEL DOCUMENTO, TENENDO A PARTE, IN HOTEL, GLI ORIGINALI.

L’associazione “GRUPPO ALBA” non è responsabile,  se non vengano da parte dei partecipanti, adempiute tutte le suddette norme per entrare nei paesi visitati, NEL CASO IL PARTECIPANTE NON POTESSE PARTIRE PER QUESTI   MOTIVI, NON AVRA’ DIRITTO A NESSUN RIMBORSO.

AMMALATI E PORTATORI DI HANDICAP

Si rende noto, in particolare, che a Medjugorje non sono presenti strutture ospedaliere e/o sanitarie,  come sono  riscontrabili in altre mete di pellegrinaggio (es. Lourdes, San Giovanni Rotondo).

Pertanto, si sconsiglia vivamente di intraprendere il pellegrinaggio a soggetti che,

per ragioni di età o  patologiche, versino in precarie condizioni di salute. Al momento dell’iscrizione devono essere tassativamente segnalati i casi di persone ammalate sia fisicamente, psichicamente ed i portatori di handicap, che potranno partecipare ai nostri pellegrinaggi solo dietro autorizzazione e se accompagnati da una persona che è disposta ad assisterli. Nel caso non ci venisse segnalato, il responsabile potrà rifiutare la partenza dei passeggeri ammalati o portatori di handicap, senza che questi, e l’accompagnatore, possano avere alcun diritto a rimborso. L’organizzazione declina ogni responsabilità per qualsiasi evento possa verificarsi  in   relazione ad un grave stato di salute non dichiarato.

– Si raccomanda un abbigliamento adeguato al luogo che andremo a visitare, la temperatura, sia in inverno che in    estate, è pressoché identica a quella percepita in Italia centrale.

– All’arrivo in albergo, consultare l’ubicazione delle vie di fuga e di eventuali estintori. In caso di allarme nell’hotel    ricordarsi di non usufruire degli ascensori.

– Si consiglia di portare scarpe comode ed adatte (es. da ginnastica o scarponcini chiusi) e bastoncini per salire sui monti di Maria (sono acquistabili in zona per pochi euro).

– Una piccola torcia per eventuali passeggiate o apparizioni notturne (esempio alla Croce Blu).

– Una radiolina con cuffiette per ascoltare (frequenza di Medjugorje 99.7) la Santa Messa in diretta con la traduzione in italiano. Anche la radiolina è acquistabile  al costo di € 5,00

– Ricordate di portare le medicine abituali perché a Medjugorje non sono attrezzati per questo tipo di bisogno.

– A Medjugorje è possibile pagare  in euro, si consiglia comunque di usare biglietti di piccolo taglio (cartamoneta fino ad € 20.00) o monete.

L’associazione si riserva la facoltà di variare in qualsiasi momento, per necessità logistiche, il presente programma.

Per le emergenze In Bosnia-Erzegovina

polizia componendo il 122,

pompieri componendo il 123

pronto soccorso componendo il 124.

In caso di smarrimento della carta di identità, recarsi al Commissariato  di Polizia accompagnati dal gestore dell’hotel ove si è ospitati durante il pellegrinaggio. A tale proposito, come già consigliato,  sarebbe opportuno munirsi di una fotocopia del documento e lasciare in custodia gli originale al gestore dell’hotel. In caso di smarrimento, il Commissariato invia la documentazione al Consolato Italiano a Serajevo che dista Km 160 da Medjugorje,  dove dopo 2 giorni si potrà ritirare, DI PERSONA, la documentazione necessaria per poter rientrare in Patria.

In questo caso, ogni pellegrino si farà carico a sue spese dell’eventuale protrarsi del soggiorno e rientro in Italia, se non potrà rientrare con il gruppo.

——————————————————————————————————————-

Il pellegrino dovrebbe:

Avere coscienza che si lascia le certezze e le comodità di casa.

Dare la massima disponibilità per situazioni impreviste che potrebbero crearsi.

Avere una serena disponibilità a qualche sacrificio e tanta voglia di condivisione.

Portare rispetto al gruppo e a chi lo accompagna, rispettando gli appuntamenti.

Ricordarsi che ogni decisione che si prende è frutto di discernimento ed esperienza.

Essere disponibile a condividere le gioie e le avversità.

Essere convinto che, pur avendo fatto altri pellegrinaggi, ognuno di essi è unico ed   irripetibile.

Non sottovalutare mai i consigli e gli inviti dei responsabili , perché tutti sono motivati.

Recarsi a Medjugorje cosciente che hai bisogno di incontrare gli altri e gli altri  hanno bisogno di te.

Pregare ed essere carità, per avere la forza di testimoniare l’Amore fraterno pur nella diversità.

La tua venuta, forse, non ha permesso ad altri amici di partire, ritieniti fortunato.

Ricorda che a Medjugorje sarai un pellegrino in cerca di Gesù e non un turista…!!

Se questi consigli ti creano disagio,

non farti violenza:

rimanda il tuo pellegrinaggio,

disturberesti…

verrà comunque il tuo momento!!!

Associazione GRUPPO ALBA

Volpiano - 011 9881391

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: